30.09.2016

Dalla materia prima alla tavola: fichi caramellati

Dalla materia prima alla tavola: fichi caramellati

Come ogni anno, con la fine dell’estate, dalla cucina di Quel Castello di Diegaro si sprigiona il profumo dei fichi caramellati che sobbollono sui fornelli.
Per tradizione, infatti, al Castello la preparazione dei fichi da utilizzare per i mesi invernali è fatta rigorosamente in casa, partendo dalla lavorazione della materia prima.
Tante casse con chili di fichi arrivano nella nostra cucina dai produttori locali; i fichi vengono lavati e disposti nelle teglie e, dopo essere stati ricoperti con lo zucchero grezzo, sono cotti in forno. La caramellizzazione viene poi completata sui fornelli, fino al formarsi di uno sciroppo delizioso: ecco che i fichi caramellati  sono pronti per essere trasferiti, ancora bollenti, in vasetti di vetro e lasciati riposare in dispensa a testa in giù, per sigillare il tappo.
Non vi resta che gustarli accompagnati alla nostra selezione di formaggi, nella pizza Teatro Bonci (patate mantecate con squacquerone, speck d’anatra extra, fichi caramellati in casa e pepe Kuching affumicato) o per chiudere in dolcezza con la nuova Mousse allo squacquerone, una rivisitazione della tradizionale piadina con squacquerone e rucola in chiave dessert.
 
 

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Clicca qui per maggiori informazioni. OK